IN PRIMO PIANO
Isolamento programmato! PDF Stampa E-mail

Abbiamo appreso che ci sarà un sostanzioso fondo, trattasi di milioni di euro inerenti lo sblocco di risorse per la realizzazione di interventi di ammodernamento degli impianti sull’altopiano del Laceno. Siamo d’accordo che per l’Altopiano rappresenterà un fattore sostanziale per il territorio nel suo insieme. Si è parlato di importanza strategica, e Serino rientra in quanto vicino in questa progettazione turistica di ampio respiro? Noi speriamo vivamente che in Regione e nel nostro Comune attraverso l’Assessorato al turismo si abbia ben presente che se Serino non rientra nel piano turistico strategico in questa fase, la crescita per l’altopiano significherebbe, senza una connessione, ripeto strategica con Serino, la morte economica della Valle del Sabato, l’isolamento politico ed economico più totale.

Ultimo aggiornamento Lunedì 02 Gennaio 2012 14:33
Leggi tutto...
 
Nessuna direzione PDF Stampa E-mail

Mercoledì 21 dicembre si è tenuto il Consiglio Comunale di Serino. I componenti del Comitato Pro Serino hanno abbandonano l’aula consiliare al primo punto all’ordine del giorno. Tale scelta, formulata nell’ultima riunione del Direttivo e fortemente voluta dal coordinatore politico Alessandro Gioia, nel rispetto delle Istituzioni, è stata sofferta ma decisa ed è maturata in quanto l’Amministrazione De Feo, ad oggi, non ha ancora sottoposto all’attenzione della cittadinanza le sue Linee Programmatiche di mandato. Si sottolinea che già nell’ultima seduta i Consiglieri Comunali del Comitato Pro Serino Abele e Nicola De Luca avevano sollecitato il Sindaco e la sua maggioranza a provvedere a tale mancanza. Tali Linee Programmatiche dovevano essere già poste in discussione nei passati consigli in quanto le norme vigenti impongono la presentazione delle stesse entro e non oltre 90 giorni decorrenti dalla data di insediamento del Sindaco De Feo (art. 13 dello Statuto Comunale e artt. 42 e 46 del Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali). Dunque è un paradosso

Ultimo aggiornamento Giovedì 29 Dicembre 2011 15:39
Leggi tutto...
 
QUANDO TALUNI PARTITI SI COMPORTANO DA PERBENISTI PDF Stampa E-mail

Ci sono forze politiche che guardano da lontano. Parlano di legalità, di beni comuni e di buon governo. Tutti argomenti condivisibili. Ma questi temi dovrebbero essere calati nella realtà in cui si vive altrimenti tutto sembra bello, ma nulla ha poi dei risvolti. Saviano ha parlato di camorra nella sua terra, ha denunciato pubblicamente scempi e malcostumi, ha raccontato per anni le cronache giudiziarie. Ora immaginate un triestino che denuncia vicende di camorra di un piccolo comune del casertano? Al massimo potrebbe scrivere per il settimanale della parrocchia. Una forza politica sul territorio dovrebbe occuparsi del territorio, deve analizzare i problemi, renderli di largo interesse e cercare delle soluzioni. Allora va bene parlare di speculazioni edilizie e cementificazioni diffuse. Ma vorremmo ricordare che il PUC adottato dai nostri politici esperti ha avuto parere Non Favorevole dalla Regione Campania; infatti il Comitato Tecnico per l’Ambiente della Regione Campania così testualmente recita in merito alla procedura V.A.S. (Valutazione Ambientale Strategica): “appaiono particolarmente a rischio gli elementi naturali risorse idriche e suolo a causa del sovradimensionamento delle aree impegnate e delle destinazioni d’uso previste ...”.

Leggi tutto...
 
Un cittadino informato è un cittadino libero PDF Stampa E-mail

Il 2011 doveva essere l'anno del PUC (Piano Urbanistico Comunale) , uno strumento di pianificazione indispensabile per lo sviluppo di un territorio. L'amministrazione De Feo ne aveva promesso l'approvazione in tempi brevi, ma così non è stato. Nonostante un' adozione lampo a marzo, prima della tornata elettorale(!) il Comitato Tecnico per l'Ambiente dell' AGC 5 della regione Campania nella procedura di VAS (Valutazione Ambientale Strategica) ha dato parere di compatibilità ambientale NON FAVOREVOLE. L'esame del CTA "ha evidenziato fattori di criticità ambientali sia in merito al previsto dimensionamento complessivo delle aree destinate ad attrezzature sportive ed espansione edilizia ai fini produttivi e turistico ricettivi e sia in merito alla localizzazione di attività potenzialemente impattanti in prossimità di zone necessitanti di particolari tutele" inoltre "appaiono particolarmente a rischio gli elementi naturali risorse idriche e suolo a causa del sovradimensionamento delle aree impegnate e delle destinazioni d'uso previsto". Non vogliamo aggiungere altro, ma vi invitamo a leggere il decreto dirigenziale n. 756 del 02/12/2011.

"Si possono ingannare tutti per qualche tempo e si può ingannare qualcuno per sempre. Ma non si possono ingannare tutti per sempre" Abraham Lincoln

Leggi tutto...
 
Lettera aperta al prefetto PDF Stampa E-mail
Venerdì 16 Dicembre 2011 11:00

Sig. Prefetto abbiamo tentato di colloquiare in più di un’occasione con Lei per fatti gravissimi, che sono capitati e capitano nel nostro paese, in quanto crediamo nell’alto ruolo istituzionale che Lei ricopre, ma ad oggi dobbiamo constatare di non aver avuto nessun riscontro formale con la S.V. Capiamo bene che siamo minoranza e non Sindaci però, per quello che pensiamo del ruolo di un Prefetto, ci saremmo aspettati maggiore comprensione ed attenzione per fatti che riguardano la sua competenza e la sua territorialità. Pertanto siamo costretti, oggi e pubblicamente, nostro malgrado, a chiederLe di farsi carico di problematiche serie che intaccano la libertà e la democraticità di un paese. Non è forse vero che anche noi abbiamo gli stessi diritti pur non avendo la confidenza di altri che si fregiano di chiamarLa affettuosamente e pubblicamente col suo nome di battesimo e non con l’appellativo “illustrissimo”? Molti hanno paura che si intacchi quel gioioso parco giochi, creato da pochi, chiamato “politica paesana” ma che noi chiamiamo “politica personale”. Noi Consiglieri Comunali del Comitato Pro Serino abbiamo invece fortemente paura della sordità e cecità di chi dovrebbe proteggere i diritti dei meno fortunati e le Istituzioni in generale.

Leggi tutto...
 
Progetto ADACI PDF Stampa E-mail

 
Dietro le dimissioni di De Filippis il fallimento di una maggioranza PDF Stampa E-mail

A Serino, come da noi ipotizzato, iniziano le querelle. Il Presidente del Consiglio De Filippis Luigi si dimette dal suo incarico ad appena sei mesi dalle elezioni. A suo dire si tratta di una divergenza in merito ad una concessione edilizia data ad un cittadino di Serino (che finalmente realizza il suo sogno e noi gli auguriamo buon lavoro), anche se non capiamo il perché di una iniziativa politica quando decisioni di questo tipo devono essere solo ed esclusivamente di natura tecnica e afferenti all’Ufficio Tecnico di Serino come per legge". Situazioni del genere hanno già dimostrato in passato che chi si intromette politicamente su decisioni di tale tipo può essere condannato penalmente. Poi c’è una seconda questione:

Leggi tutto...
 


Pagina 8 di 11
Design by Next Level Design / Script by Joomla!