Ambiente
Il modello Baronissi PDF Stampa E-mail

Molte volte la via migliore per risolvere i problemi è quella di copiare le buone pratiche, specialmente nella gestione della cosa pubblica, dove modelli virtuosi funzionanti e collaudati possono essere calati nelle proprie realtà. E’ questo il caso della gestione dei rifiuti nel comune di Baronissi vincitore del premio a livello nazionale “Progetti sostenibili e Acquisti Verdi” iniziativa promossa dal Ministero dell’Economia e delle Finanze per premiare amministrazioni e imprese che hanno raggiunto risultati di eccellenza nell’attuazione di politiche di eco- sostenibilità ambientale. Baronissi è stata premiata per «l’approccio manageriale nella gestione del ciclo degli acquisti strumentali all’erogazione del servizio di raccolta differenziata». Per questo motivo i Consiglieri e il direttivo del Comitato Pro Serino hanno partecipato all’incontro organizzato dal comune di Baronissi per far conoscere il modello adottato nella gestione virtuosa dei rifiuti che ha portato il comune a rompere il paradigma che la una raccolta differenziata spinta sia costosa.

Leggi tutto...
 
Centro di Raccolta Intercomunale PDF Stampa E-mail

La regione Campania ha emanato un avviso pubblico per la realizzazione di centri di raccolta a supporto della raccolta differenziata dei rifiuti urbani in favore dei comuni della Campania in forma singola o associata. L’importo disponibile è di 8.000.000 di euro per la realizzazione di nuovi centri di raccolta e 2.000.000 per l’ampliamento di quelli esistenti. Il Comitato Pro Serino, considerando l’iniziativa lodevole di attenzione, ha inviato ai Sindaci dei Comuni di Serino, San Michele e Santa Lucia una missiva in cui si è proposto di procedere alla richiesta di finanziamento per la realizzazione di un centro di raccolta a servizio dei tre comuni della Valle della Sabato.

Leggi tutto...
 
Puliamo il mondo PDF Stampa E-mail

Sabato scorso, in località Vallecalda in via Terminio, si è tenuta una giornata ecologica che ha visto coinvolti cittadini e scolaresche sia della scuola media di Serino che della Ragioneria di Solofra. Un’iniziativa didattica oltre che ambientale. Solo così i giovani possono comprendere che l’ambiente deve essere rispettato", afferma il Comitato Pro Serino. "Circa 100 i partecipanti che hanno ripulito, da rifiuti di ogni genere, sia la piazzola di sosta che i boschi sottostanti. Due scarrabili, uno grande e uno piccolo, sono stati riempiti ridando parzialmente, ai nostri boschi, la loro bellezza originaria. Altro c’è ancora da fare. Ci sono ancora decine e decine di tonnellate di altri rifiuti che insistono in tale località, a ridosso del Fiume Sabato, tra cui gomme, ingombranti, plastiche, lattine, ecc. Noi del Comitato Pro Serino non ci arrendiamo e andremo di nuovo in quel posto come in altri posti.

Leggi tutto...
 
Tumori: un appello a medici e istituzioni PDF Stampa E-mail

Non bisogna essere medici o docenti universitari in medicina per comprendere che a Serino i casi di patologie tumorali stanno aumentando a vista d’occhio. Prima di scrivere questo articolo abbiamo tentato di reperire in via informale dati precisi e statistiche descrittive del fenomeno, ma ci si scontra con un muro di gomma, pur nella consapevolezza generale che i fatti ci danno ragione. Sembra che informare i serinesi, ma forse tutta la valle del Sabato, sulla questione “tumori” sia un tabù.

Leggi tutto...
 
La misura è colma? PDF Stampa E-mail

Solo a Serino accade che il trasporto di materiale di risulta da scavi venga trasferito, poggiato, e livellato con ruspe in proprietà pubblica. Fatto strano è che tale proprietà pubblica è ben delimitata da una recinzione in ringhiera metallica e al cui accesso è posto un cancello in ferro le cui chiavi sono custodite dal Comune. La vicenda riguarda terreni da scavo trasportati presso l’area demaniale in loc. S.Sossio (ove un tempo erano ubicate l’Asilo e poi la Misericordia e la Protezione Civile di Serino): camion interi di terreno e pietre hanno riempito lo spazio interno di tale area facendo crescere il livello originario senza che a monte ci fosse un cantiere aperto, un responsabile tecnico, della sicurezza e quanto prevedono le normative di riferimento in merito, stando al fatto che lungo il perimetro non è stato apposta alcuna cartellonistica indicante l’inizio dei lavori con le necessarie autorizzazioni del caso.

Leggi tutto...
 
Il Karate che non viene dall'oriente PDF Stampa E-mail

Il Karate è un insetticida a largo spettro di azione a base Lambda-cialotrina, una molecola sintetizzata in laboratorio. Questo insetticida per noi non è la soluzione al problema cinipide. Il Cinipide per tutta la primavera è al sicuro nella sua galla e risulta vulnerabile solo quando esce, ovvero nel periodo del cosiddetto sfarfallamento che di solito avviene tra giugno e luglio e si spalma su un arco di parecchi giorni. Allora tali trattamenti  dovrebbero essere ripetuti con frequenza ravvicinata nei nostri castagneti. Questo ha un costo, sia in termini economici, ma soprattutto, ambientali. Inoltre visto che nessuno farà mai dei trattamenti a tappeto, ovvero in grado di coprire tutti i cedui, specialmente ad alte quote, l’anno successivo il cinipide potrà tornare a colonizzare quei castagneti a meno che non si intervenga nuovamente. Bisognerà quindi ripetere i trattamenti ogni anno diventando così "karate-dipendenti". Ma soffermiamoci sui costi ambientali.

Leggi tutto...
 
28 LANCI PER SALVARE SERINO PDF Stampa E-mail

Come tutti oramai sanno, a Serino è nata l’Associazione degli Agricoltori e Castanicoltori Irpini “ADACI”. Si tratta di un evento associativo senza pari che ha portato quasi 400 persone ad aderire a questo meraviglioso progetto orientato alla lotta biologica contro il cinipide e a ripudiare forme di lotte chimiche come quella inerente l’utilizzo del Karate e di altri veleni o insetticidi pericolosissimi per l’ambiente e per tutti noi. In quest’ottica condivisa, grazie all’ADACI e da un’idea dell’associazione ambientalista Pro Natura, per la prima volta in Italia sono state lanciate 2800 femmine e 1400 maschi di Torymus sinensis, parassita del Cinipide del Castagno in un’area relativamente poco estesa.

Leggi tutto...
 
FIOCCHI DI STORIA PDF Stampa E-mail

La neve, soprattutto quando persiste nel tempo, è certamente elemento di disagio e, in alcuni casi, dà la possibilità alla morte di bussare anticipatamente alle porte di persone anziane e povera gente che non ha un riparo consono per questo tipo di avversità. Le persone malate e i portatori di handicap sono i primi a soffrire di questo stato di disagio diffuso perché privati, talvolta, sia della sicurezza dei mezzi di soccorso che delle azioni quotidiane, già difficili per loro in condizioni di normalità. D’altro canto la natura necessita dei suoi ritmi e l’inverno porta con sé freddo, acqua, neve e gelo. Elementi che nel ciclo naturale della vita servono come il calore del sole, un germoglio che prende vita o le api che impollinano i fiori. Io racconterei la neve anche dal punto di vista della gioiosità e del sorriso di un bambino che per la prima volta vede e tocca con mano fiocchi bianchi, freddi ma affascinanti. Chi di noi non ha giocato a “palle di neve” o realizzato un pupazzo di neve almeno una volta con il proprio figlioletto, un nipotino, un amico, la propria fidanzata o il proprio compagno. La neve protegge il terreno sottostante dalle gelate, la sua lenta fusione consente una maggiore infiltrazione delle acque nel terreno permettendone l'accumulo in falde acquifere, aiuta l’economia dei paesi montani fortemente legati ad un turismo invernale (stazioni sciistiche, impianti di risalita, hotel e ristorazioni, ecc.) e il freddo persistente abbatte alcuni fattori parassitari.

Leggi tutto...
 
Un cittadino informato è un cittadino libero PDF Stampa E-mail

Il 2011 doveva essere l'anno del PUC (Piano Urbanistico Comunale) , uno strumento di pianificazione indispensabile per lo sviluppo di un territorio. L'amministrazione De Feo ne aveva promesso l'approvazione in tempi brevi, ma così non è stato. Nonostante un' adozione lampo a marzo, prima della tornata elettorale(!) il Comitato Tecnico per l'Ambiente dell' AGC 5 della regione Campania nella procedura di VAS (Valutazione Ambientale Strategica) ha dato parere di compatibilità ambientale NON FAVOREVOLE. L'esame del CTA "ha evidenziato fattori di criticità ambientali sia in merito al previsto dimensionamento complessivo delle aree destinate ad attrezzature sportive ed espansione edilizia ai fini produttivi e turistico ricettivi e sia in merito alla localizzazione di attività potenzialemente impattanti in prossimità di zone necessitanti di particolari tutele" inoltre "appaiono particolarmente a rischio gli elementi naturali risorse idriche e suolo a causa del sovradimensionamento delle aree impegnate e delle destinazioni d'uso previsto". Non vogliamo aggiungere altro, ma vi invitamo a leggere il decreto dirigenziale n. 756 del 02/12/2011.

"Si possono ingannare tutti per qualche tempo e si può ingannare qualcuno per sempre. Ma non si possono ingannare tutti per sempre" Abraham Lincoln

Leggi tutto...
 
Il peso dei rifiuti PDF Stampa E-mail

 

Vista e considerata la profonda crisi che sta attraversando il paese Italia e di conseguenza anche il nostro territorio chiediamo all'amministrazione comunale di porre in essere decisioni ferme e concrete per quel che riguarda i tributi comunali e i relativi servizi. Noi riteniamo in sintesi che si debba riflettere attraverso una delibera ad hoc o condurre la questione in Consiglio Comunale sulla questione Tarsu. Proponiamo in questa sede, e speriamo possa essere elemento di discussione e confronto concreto, la rateizzazione della Tarsu a 8 o 12 mesi in maniera tale

Leggi tutto...
 


Pagina 1 di 3
Design by Next Level Design / Script by Joomla!